If AP Credits Blogs As News Sources/ Quando l’AP eleva i blogger a fonte di notizie

Today I read a very interesting post on TheNextWeb about the American Associated Press and wish to quote in part:
“In a letter to its members last week, Associated Press made the announcement that bloggers should be cited as a news source. This is a significant move from the AP, given that they have a history of not exactly ‘getting on’ with bloggers. Given that such a large news organisation has made a point of recognising bloggers as a viable news source, which they should have done a long time ago, it has much wider implications on how bloggers affect the news agenda and overall news industry.”
The idea of “Citizen journalism” is not brand-new: AP Director Tom Curley had already forecast the role of the Internet and consumers as part of future participatory journalism in 2004.
What changes in practical terms? The world is turned upside down: According to Shayne Bowman and Chris Willis, “Participatory journalism uses a “publish, then filter” model instead of the traditional “filter, then publish” model.”

Useful links:

- Tools for citizen journalism;
–  List of citizen journalism websites;
Citizen’s Eye;
CNN iReport;
RAI Citizen Report (Italy State Television)

In Italiano:

Photo credit: Paulino Figueirido

Associated Press (AP) è un’importante agenzia di stampa statunitense. Ha un ufficio italiano e sedi in tutto il mondo. Mike Oreskes, amministratore editoriale di AP, ha pubblicato una nota su crediti e attribuzioni per il network di Associated Press: la novità è che i blogger saranno considerati come fonti autorevoli per le agenzie al pari degli uffici stampa tradizionali.
Sempre secondo TheNextWeb, la fonte che ha riportato la notizia, “In ‘The Source Cycle‘, an analysis of articles from the New York Times & Washington Post over 6 years finds that blogs are increasingly referenced as a credible news source. And this was carried out in 2008.” In altre parole, già nel 2008 un’analisi durata 6 anni ha constatato che gli articoli e i “post” pubblicati nei blog sono stati affidabili, accurati e credibili.
L’AP sostanzialmente sottolinea l’importanza del “Citizen Journalism” o “Giornalismo partecipativo” che possiamo definire nel seguente modo:
L’azione di un cittadino o di un gruppo di cittadini che svolgono un ruolo attivo nel processo di raccolta, stesura, analisi e diffusione delle notizie e dell’informazione. L’obiettivo di questa partecipazione è fornire un’informazione indipendente, affidabile, accurata, accessibile a tutti e pertinente di cui una democrazia ha bisogno.
C’è da stupirsi non poco se la situazione è capovolta: il giornalismo tradizionale PRIMA “Filtra” e DOPO “Pubblica”. Con il blog la situazione è esattamente invertita: PRIMA “Pubblica” e DOPO “Filtra”, come affermano Bowman e Willis nel loro Rapporto We Media. How audiences are shaping the future of news and information.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...