WriteComics: Creating Comics Freely and Easily/ Fumetti e disegni facili

You have always fancied about creating comics, haven’t you? Well, now it is possible and without downloading or installing any software onto the computer by using WriteComics, a typical tool of Web 2.0. WriteComics allows you to upload your personal photos, images to create a cartoon, including the clouds for the characters you write by yourself. Using WriteComics is quite easy and free: there is no registration, no software to download, but to have a likely storyboard. Upload, click and write. That’s all. Smart, isn’it?

To be frank and honest, in writing this post about WriteComics I was inspired by a teacher colleague, Annarita, who works in Ravenna, in the Italian region of Emilia Romagna, who hosts Web 2.0 And Something Else, a very interesting blog (in Italian). The post about WriteComics comes then from a further research, to be exact, from Brazil.

In Italiano:

Questo post è deliberatamente tratto dalla lettura di un prezioso blog, Web 2.0 And Something Else, che consiglio caldamente e che segnalo anch’io per vari, buoni, motivi: a) è ideato e animato dalla collega insegnante Annarita; b) offre vari spunti interessanti; c) illustra i tanti modi di utilizzare le tecnologie digitali in modo creativo e facile; d) aiuta a sviluppare una nuova pedagogia per l’apprendimento.
Cosa propone Web 2.0 And Something Else? Oggi si illustra WriteComics, un servizio totalmente online che ha l’obiettivo di utilizzare il Web 2.0 per creare cartoons, strisce animate e disegni partendo dalle vostre foto e immagini di vario tipo. E’ molto importante tenere presente che non c’è bisogno di registrarsi al servizio, né di installare alcun software sul pc perché Writecomics è completamente web-based. Infine, sarà anche gradevole ricordare che è possibile scrivere tutti i commenti e le ‘nuvolette’ delle battute fra i personaggi, proprio come nei fumetti.

Annunci

Landshare: Landing Online/ Il social network agricolo

How do you grow strawberries in Scotland? Can you post a picture of your greenhouse, please? Are there any differences between flower colour in the Netherlands and those in Liguria? Today I discovered Landshare, an online social community dedicated to… peasants, farmers, landowners! Here I present some information directly from the website. Landshare brings together people who have a passion for home-grown food, connecting those who have land to share with those who need land for cultivating food. Since its launch through River Cottage in 2009 it has grown into a thriving community of more than 55,000 growers, sharers and helpers.
Landshare seems for people who:

  • Want to grow veg but don’t have anywhere to do it
  • Have a spare bit of land they’re prepared to share
  • Can help in some way – from sharing knowledge and lending tools to helping out on the plot itself
  • Support the idea of freeing up more land for growing
  • Are already growing and want to join in the community


In Italiano
:
Come coltivi le fragole in Scozia? Puoi postare una foto della tua piccola serra e vediamo se la mia è adeguata? I tulipani olandesi sono più ‘colorati’ di quelli liguri? Qualcuno mi può suggerire i concimi adatti per…? Ecco, questo è quanto si può leggere e condividere in Landshare, una comunità online di origine inglese che raccoglie coltivatori evoluti e digitali. Registrarsi a Landshare è semplice e altrettanto lo è condividere materiale, foto, e molto altro. Incredibile, vero?

Video Research: Guarda i film sul computer

Questo breve post è tratto direttamente dalle informazioni indicate da Video Research. Video Research è un motore di ricerca italiano che vi permette di visualizzare in streaming numerosi film.
Basta inserire il titolo del film nell’apposito modulo di ricerca posto in alto e premere invio. Vi verranno così proposti diversi risultati e una volta individuato il film desiderato basterà effettuare un clic per far partire la riproduzione.Si prega di notare che nessun video è ospitato sul server; Video Research mostra filmati ospitati su altre piattaforme e ricava i link attraverso altri siti, che vengono ringraziati nel momento di visualizzazione del filmato.
Registrarsi al sito è assolutamente gratuito, potete farlo velocemente cliccando qui. La registrazione vi permette di usufruire di vari vantaggi:

  • La pubblicità viene visualizzata per un tempo inferiore
  • Si può votare e commentare i film che guardi, nonché vedere i commenti inseriti dagli altri utenti.
  • E’ possibile scaricare i film che guardate
  • Potete collaborare a rendere il database più completo e corretto, segnalando errori, correggendo le informazioni errate, inviando link per film non ancora presenti.
  • Potete memorizzare i film preferiti e visualizzarli più velocemente attraverso il pannello di controllo.
  • infine, si può visualizzare il link originario del film che state guardando.

Howcast: Video As You Like/ Video per tutti on demand

From the original page of Howcast: “Howcast empowers people with engaging, useful how-to information wherever, whenever they need to know how. Led by a senior management team with deep roots in traditional and new media as well as technology, Howcast has offices in San Francisco and New York. Known for high-quality content, Howcast streams tens of millions of videos every month across its multi-platform distribution network. Approaching two million downloads across iPhoneiPadAndroid, and BlackBerry phones, Howcast is the #1 mobile app for instructional content — wherever you are.”
I just add that the videos cover a great number of matters and topics, petty and bigger issues, that can provide for a mass of ‘authentic material’ in school classes, apart from other traditional streaming channels. After you sign in (through Facebook, Twitter, or the usual personal, free account), your video will be indexed according to tags, interests, and so on.
[howcast url=’http://www.howcast.com/videos/225756-How-To-Make-a-Howcast-Video’ height=’240′ width=’360′]

In Italiano:
Avete bisogno di brevi (o lunghe) clip video da adoperare in classe su un determinato argomento? Non riuscite a trovare quello che vi serve nei tradizionali canali di streaming (e penso a YouTube, Vimeo, ecc.)? Ebbene, oggi è a disposizione anche Howcast. Come recita l’originale inglese, Howcast si propone di spiegare “come” effettuare e svolgere le cose e/o determinati compiti. Molti video sono in lingua inglese ma, è bene chiarire, NON è necessario avere una videocamera per contribuire: si può anche scrivere la traccia, il copione del vostro video istruzioni e caricarlo nel sito, dove potrete indicizzarlo, ovvero catalogarlo per settore e interesse.
Infine, a Howcast è possibile accedere in molti modi, tra cui anche Facebook e Twitter, oppure attraverso il classico account personale (gratuito) che andrete a creare.

Fasten Seat Belts 2: Travel Tips to Enjoy Visits/ Come evitare gli equivoci in viaggio?

This post is directly inspired by the European project “Fasten Seat Belts 2…“, within the Life-Long Learning Programme of the European Union. Further information is available at the official website Fasten Seat Belts 2 in many European languages.
Today travelling is necessary and accessible to more and more people. The increased mobility exposes millions of travellers every day to new cultures, customs and languages. Without education, dialogue can be difficult and misunderstandings can arise. We can get yourself into all sorts of trouble in other countries if we don’t have an understanding of the cultural language. Much of our behaviour can mean other things in other countries, some of it amusing, some of it extremely offensive. One gesture, or movement, or expression, may have many different meanings, just as our verbal language has words which may have different meanings.
Some people, when travelling to new countries, may forget to consider the different behavioural norms they are likely to encounter and behave exactly as they do at home. In such circumstances, even minor cultural differences can become major barriers to communication and cooperation. This project aims to demystify these cultural differences and encourage visitors to embrace them.
The objectives of the “Fasten Seat Belts 2” project are:

  • raising travellers’ curiosity towards new languages
  • breaking linguistic and cultural communication barriers
  • using innovative communication tools and learning methods :teaching through entertainment
  • offering free immediate access to educational information to travellers
  • and last but not least, helping to kill time intelligently

In Italiano:
Vi è capitato mai di voler salutare un inglese e lui – quasi schifato – vi concede la mano con una certa ritrosìa? Non perché io fossi abbastanza brutto, ma quando ero studente in Gran Bretagna osservavo come la “distanza prossimale” in quel paese equivalesse alla distanza fisica di 1 metro circa, specie se misuravo il tutto girando su me stesso. Toccare i piedi in qualche paese dell’Asia equivale a un gesto d’intimità estrema che potreste fare solo con una moglie (o compagna) e così via. “Fasten Seat Belts 2…” nasce come progetto finanziato dall’Unione Europea, all’interno del Programma d’Apprendimento Permanente (Life-Long-Learning Programme).
Fasten Seat Belts è una bella guida illustrata e animata, per evitare malintesi durante i viaggi, un modo innovativo per imparare le lingue e raccogliere suggerimenti culturali. Fasten Seat Belts é suddivisa in due grandi aree geografiche, AsiaEuropa, ma può anche essere consultata per cercare uno specifico PaeseSituazione. I contenuti delle singole schede possono essere vari, normalmente testo e video ma in alcuni casi anche solo audio, per averne subito un idea guarda tutti gli… Insulti paese per paese, che è qualcosa sempre interessante, no?

Explania: Animations for Learning & Other/ Apprendere con le animazioni

I confess I have learnt how to pronounce some English phrases by watching Disney’s Donald Duck and Mickey Mouse cartoons when I was a young guy fussing around. Today there is a lot available animation on demand, easy to find and re-use. Then, if we need to explain something to many people a product, a service, a procedure, an application, a change, a concept, what happens? We can turn it into an animated explanation. In Explania animation is a powerful technique to explain things step-by-step, and it keeps the attention of the user, as exactly as it kept mine between 9-14. Animated explanations can be animated movies, interactive tutorials or instructional videos, in an attractive format that fits our organization and in any language you like.
Video is motion. So is animation. Banners are animations and catch the attention because they contain moving objects. In the same way, animation, as in Explania, can be an interesting technique for online learning, when properly used. Furthermore, animation is based on graphics, which, as opposed to video, can be very useful for learning purposes because they help to simplify complex subjects.
In Italiano:
Non dimentico proprio quanto e come ho imparato quando ero piccolo (fra i 9 e i 14 anni) ascoltando e vedendo i cartoni animati disneyani di Paperino e Topolino. Ho imparato molta pronuncia della lingua inglese, conosciuto modi di fare e idiosincrasie. Perché? Il video presenta animazioni, oggetti in movimento che colpiscono l’attenzione dello spettatore, che rimangono impressi nella mente di chi guarda. Con Explania oggi è possibile “costruire” tutte le animazioni possibili che volete, partendo dai Vostri file, in modo semplice ed efficace. Adoperare Explania è gratuito e semplice, assieme alla consultazione di animazioni già prodotte e anche indicizzate (catalogate, per intenderci e pronte per l’uso).

Pazienti.org: Aiuta gli altri pazienti a scegliere dove curarsi

Il Web 2.0 è anche questo: aiutare gli altri pazienti a scegliere dove curarsi, a valutare le strutture sanitarie e ospedaliere, a “raccontare” quello che succede. In fondo è un passa-parola tecnologizzato, non più sussurrato e in un’epoca di condivisione di conoscenze e comunicazione rapida, era il minimo che potesse esserci.
Pazienti.org è il sito che raccoglie le esperienze dei pazienti italiani con il servizio sanitario. Ciascuno può raccontare, in forma anonima, la propria storia attraverso parole, foto e video, purché lo faccia nel rispetto della policy d’uso. Pazienti.org nasce per dare alle persone la possibilità di condividere le proprie esperienze di pazienti e operare così una scelta più consapevole per la propria salute. Pazienti.org è quindi un luogo di incontro per condividere esperienze reali, scoprire come altre persone hanno affrontato problemi simili ai nostri e potere operare una scelta più informata per la nostra salute e quella delle persone care. Tutte le notizie vanno a formare una rete di informazioni e consigli che si spera coinvolgano nel dibattito gli operatori sanitari e gli amministratori delle strutture, con l’obiettivo di contribuire al miglioramento del servizio sanitario.
E’ possibile connettersi a Pazienti.org in molti modi: tramite Facebook, seguirlo su Twitter, ricevere gli aggiornamenti via RSS feed, il tutto in modo aperto e gratuito.