H5P: Creare e condividere contenuti e applicazioni interattive e HTML5

Durante un corso di aggiornamento per insegnanti ho letteralemente scoperto H5P, uno strumento che permette di creare e condividere contenuti interattivi e soprattutto interagire didatticamente con immagini, video e clip musicali. Il tutto adotta il nuovo standard tecnico rappresentato dal linguaggio HTML5.
wpcw_and_h5pIl web è ricco di materiale didattico autentico sotto forma di clip audio-video; spesso noi docenti elaboriamo presentazioni e le proponiamo agli studenti. Tuttavia, la comunicazione che tali prodotti didattici adottano si caratterizza per la mancanza di interattività. Gli studenti assistono alla visione di un filmato trovato su YouTube, guardano la sequenza di diapositive, ma non interagiscono con i loro contenuti. In due parole, gli studenti rimangono fruitori passivi. H5P è tutto finalizzato a permettere la maggiore interazione possibile.
immagine-1

H5P permette di creare “diapositive parlanti”, esercizi all’interno di video da YouTube e altre piattaforme, quiz interattivi ed esercizi delle tipologie più varie. H5P è disponibile anche in modalità multi-piattaforma e supporta siti o piattaforme di apprendimento basate su WordPress, Drupal od Moodle.

Annunci

ThingLink: Immagini interattive di grande effetto

Oggi girellavo su Internet leggendo notizie e quotidiani e mi sono imbattuto sulla recensione di un nuovo cellulare Asus (eccola qui), così ho scoperto ThingLink. ThingLink è una piattaforma mediatica che permette agli educatori, a chi vuole pubblicare in Rete (siano privati che aziende), blogger e altri, di creare contenuti avvincenti e coinvolgenti, attraverso l’aggiunta di link, foto, video e altro.
Possiamo proprio dire che ThingLink sia diventata la soluzione pluripiattaforma più diffusa per una comunità creativa dedicata all’interazione e alla comunicazione. Dobbiamo anche notare che ThingLink è stata pensata specificatamente per un uso didattico.

Con ThingLink è possibile creare nuove fotografie interattive, mappe, posters, album personali e non, infografiche, o addirittura cataloghi con consultazione e vendita ai clienti in pochi minuti. Da considerare anche che è possibile verificare chi abbia interagito e quanto con i contenuti da noi creati e diffusi sul web.

In English

ThingLink is an interactive media platform that empowers publishers, educators, brands, and bloggers to create more engaging content by adding rich media links to photos and videos.

With 1.5M content creators, ThingLink has become the most popular cross-platform solution and creative community for interactive media. ThingLink interactive media engage your audience consistently and reliably. Using ThingLink increases CTR from your content and makes consumers stay on your site longer.

Use ThingLink to create interactive news photography, maps, posters, family albums, infographics, and shoppable product catalogs in minutes! You can keep track of how people interact with your content as it spreads across the web.

  • Media engagement (views, hovers, clicks, time on image)
  • Engagement with content on image (hovers, clicks, dwell)
  • Engagement via embed location (views, hovers, clicks)

Schermata 2015-05-17 alle 11.38.37

Scriblink: lavagna interattiva online totalmente gratis

Oggi suggerisco Scriblink, una lavagna digitale totalmente gratuita che si può condividere in tempo reale e che non richiede alcun account o registrazione. Come sempre, tutto (in lingua inglese) è sempre relativo alla collaborazione: si può disegnare, inserire diagrammi, figure, testo, progetti, ecc. anche a mano libera.
Scriblink offre un sacco di caratteristiche utili e pratiche:

  • Privacy: la lavagna è totalmente vostra, aperta solo alle persone che scegliete di invitare (per email, ovviamente)
  • Strumenti dinamici: usate forme, centinaia di colori, una pratica barra, un piccolo strumento per word-editing, nonché una griglia per aiutarvi a costruire i vostri disegni
  • File Options: vi permetterà di stampare, salvare e inviare i vostri lavori per email
  • Image Uploader: si può caricare un’immagine sulla lavagna e usarla come sfondo, decidendone la condivisione, evidenziarla integralmente o in parte, segnarla in qualche sezione, cambiarla, ecc.
  • In-Screen Chat: perché non parlarsi quando lavorate con altri? Non c’è bisogno di usare altri software, lanciare plugin o altro: nulla di nulla, se non usare la chat visiva a corredo
  • VOIP Conferencing: questo servizio è una logica conseguenza della chat e basta avere un microfono per connettervi ai vostri partner di lavoro (anche qui, nessun software necessario) e parlare liberamente quanto si vuole
  • File transfer: se spedire file per email vi sembra alquanto fastidioso, con Scriblink trasferire file a chiunque volete e con cui state lavorando pare una cosa abbastanza facile e immediata

Comunicare visivamente online (magari gratis, con lavagna interattiva)

Questo post dovrebbe essere collocato nella pagina dei link, ma siccome la risorsa coinvolge così profondamente l’attività di programmazione didattica (in senso Web) che lo propongo in prima pagina.
Per comunicare efficacemente le parole non bastano: a volte non ricordiamo che almeno il 70% di tutto quello che passa come informazione è a livello non verbale, ma anche visivo e quindi un aiuto in merito sarebbe più che utile e gradito. Da decenni ci affidiamo alle lavagne nere tradizionali: quanto gesso, quanta allergia, quante cancellazioni!
Da pochi anni, invece, le lavagne interattive (Lavagne Interattive Multimediali, LIM) si stanno affermando come un’interessante rimpiazzo e quasi tutti gli editori stanno pubblicando libri di testo che cercano di presentare lezioni e contenuti attraverso gli aiuti audio-visivi (perché anche questo si può con le LIM) in belle vesti grafiche e interattivamente. Purtroppo, alcuni editori non fanno altro che digitalizzare il proprio libro di testo, senza però trasformare la sequenzialità lineare delle conoscenze originarie. Tuttavia, esistono validi prodotti editoriali che non dichiarerò qui, perché non sono un  pubblicitario.immagine-13
Quello che suggerisco qui è usare una lavagna interattiva online se la Vostra scuola ne è sprovvista oppure se non è a Vostra immediata disposizione, basta un computer e un proiettore. Tanto, è sempre possibile caricare – gratuitamente – documenti, audio, video e altro, da riusare quando volete. La risorsa si chiama Dabbleboard ed è in versione “Free” (gratis) e a pagamento. Cosa cambia? Pagando è possibile caricare immagini Flash, modificare da parte di tutti i documenti, avere supporto tecnico, aggiungere CSS (moduli e altro). La versione gratuita è molto buona, perché non c’è alcun limite di spazio web a disposizione, non c’è un limite di persone/utenti che possono contribuire.