SweetSearch for Students/ Motore di ricerca per studenti

This post about SweetSearch is directly inspired from the homepage. SweetSearch is “a Search Engine for Students”. It searches only the 35,000 Web sites that the staff of research experts and librarians and teachers have evaluated and approved when creating the content on findingDulcinea. SweetSearch staff constantly evaluates the search results and “fine-tune” them, by increasing the ranking of Web sites from organizations such as the Library of Congress, the Smithsonian, PBS and university Web sites. As it appears, SweetSearch is overtly ‘American’ in its conception and sources, but it is still worth using it.
SweetSearch helps students find outstanding information, faster. It enables them to determine the most relevant results from a list of credible resources, and makes it much easier for them to find primary sources. The engine staff exclude not only the spam sites that many students could spot, but also the marginal sites that read well and authoritatively, but lack academic or journalistic rigor. As importantly, the very best Web sites that appear on the first page of SweetSearch results are often buried on other search engines.

In Italiano:

Bisogna avere una certa dimestichezza con la lingua inglese, tuttavia un servizio web gratuito come Sweet Search dovrebbe risultare particolarmente gradito ai ragazzi che vanno a scuola. Si tratta, per l’appunto, di un motore di ricerca per studenti che consente di accedere a risultati mirati e completi senza perdite di tempo. Sweet Search è infatti programmato per trovare informazioni sul web soltanto da fonti credibili e appositamente selezionate, le quali adottano uno stile prettamente letterario, scientifico, accademico o anche soltanto giornalistico.
Grazie a Sweet Search, infine, si potranno anche cercare con facilità informazioni da quei siti e blog specializzati che non  sempre ottengono un buon posizionamento nei motori di ricerca tradizionali, compresi i siti web istituzionali e lo stesso portale della Library of Congress, dello Smithsonian Institute statunitensi, ecc.

SenseBot: Semantic Search Engine/ Ricerche web per idee e riassunti

I have always fancied about managing growing mass of information, especially in these times, when the Internet returns us lots of links and content. The problem is ho to work out all that stuff, how can we make sense out of that. Then, semantic search engines may represent a possible answer.
The post is originated directly from the webpage of SenseBot, a semantic search engine that generates a text summary of multiple Web pages on the topic of your search query. SenseBot uses text mining and multidocument summarization to extract sense from Web pages and present it to the user in a coherent manner. A “Semantic Cloud” of concepts is displayed above the summary, allowing to steer the focus of the results. To learn about our approach, go to the About SenseBot page, or browse Samples. The samples provided consist in a series of queries, arranged according to what the user receives in terms of “more information about contents and topics”:
• the summary gives a good idea of the topic of the query;
• the summary gives a better idea of the topic of the query than the first page of results of the search engine (e.g., Google);
• the summary identifies sources which are rich in content relevant to the topic and can be further explored in depth;
• the summary is readable and coherent.

In Italiano:
Ho sempre fantasticato di riuscire a gestire tutta la massa crescente di informazioni, specie in questi tempi, in cui Internet ci ritorna una gran quantità di collegamenti e contenuti. Il problema essenziale è come tirar fuori qualcosa da tutto questo materiale, come cavarne un po’ di senso. A questo punto, la risposta è rappresentata da un “motore di ricerca semantico”. Beninteso, oggi è disponibile un numero sempre crescente di tali motori, fra cui SenseBot, che presento oggi.
Questo post nasce dalla ripresa originale del sito di SenseBot, un motore di ricerca semantico che genera un sommario testuale di molte pagine Web attraverso il contenuto originato dalla vostra query (o richiesta). SenseBot lavora usando quel che in inglese è chiamato “Text mining“, ovvero l’analisi profonda del testo e la conseguente “Multidocument summarization” (cioè il riassunto plurimo originato da più documenti) per originare il senso esatto prodotto dalle pagine Web, presentato all’utente in maniera coerente. A questo punto, vedremo una “Nuvola Semantica” contenente i concetti vicino il riassunto, in modo da focalizzare immediatamente i risultati pertinenti. Per conoscere meglio l’approccio ideato si suggerisce consultare la pagina About SenseBot o consultare gli esempi (Samples). Gli esempi forniti consistono in una serie di richieste, organizzate a secondo di quanto maggiore è l’informazione specifica circa i contenuti e gli argomenti:
• il riassunto fornisce un’idea migliore riguardo l’argomento della richiesta (o query);
• il riassunto fornisce un’idea migliore riguardo l’argomento della richiesta (o query) di quanto possa fare la prima pagina di risultati di un motore di ricerca come Google, per esempio;
• il riassunto identifica le fonti che sono rilevanti e pertinenti riguardo l’argomento e che possono essere ulteriormente esplorate e approfondite;
• il riassunto è leggibile e coerente.

48ers: A Search Engine of Social Networks/ Motore di ricerca per social network

How much “sociable” are you? How do we search news, ideas, things, and so on through the social networks? A British website tries to answer these questions. In this post I directly quote the page “About Us”, so have a look yourself/selves.
48ers was created to help you search for what’s happening right now. The “mission” of 48ers is to trawl conversations from all the major social networks across the web to bring back nuggets of information to help to:

  • Discover what people are saying about your company or brand
  • Find out what other people think of the TV shows you’re watching
  • Be the first to find out about breaking news stories
  • Tap into the public mood about the latest sporting events

The name has been given after the very first pioneers of the Californian Gold Rush, begun on January 24, 1848 at Sutter’s Mill, in Coloma, California. Those people were then known as the “48ers”.

In Italiano:
Quante volte vogliamo conoscere e/o reperire informazioni e notizie attraverso i social network e le reti e comunità cui apparteniamo? Se una grande massa di dati utili, interessanti e curiosità ormai “viaggiano” attraverso i social network, come possiamo ricercare elementi d’interesse. Il motore di ricerca “48ers” sembra volere rispondere ai quesiti e si pone l’obiettivo di ricercare, appunto, fra tutti le comunità online esistenti.
Il nome “48ers” deriva da un episodio storico, connesso con la Grande corsa all’oro americana che iniziò proprio il 24 Gennaio 1848 e i primi pionieri erano chiamati proprio “48ers”, come dire: i ‘Quarantottisti’…

Idée Labs: Navigate & Search by Colour/ Ricerca per colore

Visual search is a method of searching through a collection of images by visual attributes such as shape, colour, texture, etc. Visual search does not rely on the use of keywords or any other metadata–it relies strictly on the appearance of the image. Unlike traditional search methods, visual search uses a query image rather than a keyword as the search input. A very interesting example of this visual search, of Web surfing by the colours is Idée Labs.
Idée Labs‘ visual search technology uses sophisticated algorithms to analyze hundreds of image attributes such as colour, shape, texture, luminosity, complexity, objects, and regions.These attributes form a compact digital signature that describes the appearance of each image, and these signatures are calculated by and indexed by the software. When performing a visual search, these signatures are quickly compared by the search engine to return visually similar results.
Idée Labs extracts the colours from 10 million of the most “interesting” Creative Commons (cost free) images on Flickr. Using the similarity technology you can navigate the collection by colour.

In Italiano:
Oggi sono molto contento di aver scoperto Idée Labs, un motore di ricerca per immagini che privilegia l’accostamento algoritmico dello spettro cromatico per presentare risultati con colori congruenti. Idée Labs utilizza la “tecnologia della similarità“. Da fotografo appassionato, ho sempre desiderato avere uno strumento simile a disposizione, specie se bisogna mettere assieme idee e immagini. Le foto e immagini trovate con Idée Labs sono Creative Commons, con licenza d’uso gratuita e reperibili attraverso Flickr.

Metti un po’ di pepe nelle ricerche web con Kikin

Kikin si presenta come un plugin per i vari browser in uso come Safari (Mac), Firefox e Internet Explorer, mentre si aspetta da un momento all’altro il supporto per Google Chrome e aggiunge letteralmente una specie di “pepe” alla vostra ricerca sul web, arricchendo i contenuti e i media digitali. L’idea di base è quella che trovate nella scritta del sito: “My Web Always With Me” (“Il mio web è sempre con me”).
Kikin offre un tocco gradevole ai contenuti e una maniera facile per navigare, molto più pratica che andare a visitare tutte le pagine web e i siti evidenziati nella ricerca, specialmente se consideriamo che si integra bene con i servizi di aggregazione del motore di ricerca. Voi potete scegliere i siti che volete e Kikin provvederà a indicizzare la bontà dei risultati attraverso la ricerca in una serie lunghissima di portali e siti, come: iTunes, Amazon, Facebook, Twitter, Hulu, Google Reader, Wikipedia, YouTube, Bing, ecc. Non manca la condivisione immediata di quanto ottenuto, con l’attenzione all’effetto visivo dei risultati.

Organizzare visivamente il sapere e le relazioni interne: motori di ricerca innovativi

EyePlorer permette di esplorare e “processare”/rielaborare il sapere. I motori di ricerca classici ci aiutano a reperire link (collegamenti) e documenti: ci chiedono di seguire il link, aprirne la pagina e il documento corrispondente per accedere all’informazione. “eyePlorer.com”, che è proposta dalla tedesca Vionto, totalmente gratuito nell’uso dopo una breve registrazione (anch’essa gratuita) fornisce l’accesso immediato ai fatti. eyePlorer (Esploratore visivo, letteralmente) visualizza sia i fatti che le relazioni fra i fatti medesimi, i collegamenti a fonti ulteriori, come Wikipedia, per esempio.
Inoltre, eyePlorer.com permette di mettere insieme, elaborare e pubblicare il materiale più interessante. A lato avrete il vostro blocnotes su cui trascinerete le note evidenziate con i nodi, per poi pubblicarle o salvarle a piacimento.
Immagine 3
In poche parole, eyePlorer è una sorta di parametro, un efficace standard per la costruzione della conoscenza visiva.