Creare progetti, raccontare e presentare storie con Microsoft Sway (gratis)

OFC-B214-LGIntrodotta verso la fine del 2014, Sway è un’applicazione gratuita inserita nel pacchetto di Microsoft Office. Sway quindi si presenta come un’app intelligente che consente di raccogliere e formattare le proprie idee e di presentarle in un’area di disegno interattiva basata sul Web. Per creare uno sway, aggiungere immagini, testo, documenti o altri contenuti. Sway trasformerà tutto questo in qualcosa di meraviglioso. Per leggere uno sway, basta toccarlo per aprirlo e quindi scorrere la storia con un dito.
Nota bene: Per creare e modificare gli sway, accedere con il proprio account Microsoft. È possibile aprire e leggere gli sway senza accedere, MA non è possibile crearli o modificarli. Se non si ha un account Microsoft gratuito, bisogna passare a www.microsoft.com/account per iscriversi.
C’è chi dice che Sway rappresenti la risposta targata Microsoft al tuttofare e onnipresente Evernote, ma anche a Prezi, certo è che anche Microsoft ha capito che creare idee, organizzarle in modo dinamico e accattivante, condividerle e modificarle anche in collaborazione con altri è la chiave di volta di un apprendimento esteso.

In sintesi, che si può fare con Sway? Si possono realizzare presentazione animate dalle grafiche esteticamente apprezzabili e immediate, includendo video, foto e altri contenuti. L’aspetto più innovativo è che, quando avete terminato il vostro documento, lo potete condividere semplicemente copiando e incollando la sua url in una mail o sui social network.
La nuova app vive completamente sul cloud, non necessità di alcuna installazione: sarà sufficiente collegarsi a questo indirizzo e dopo aver eseguito il login cominciare fin da subito a creare la propria presentazione, esattamente come si costruirebbe una presentazione in PowerPoint, soltanto più interattiva.
Avrete a disposizione tutti gli strumenti basi, dalla scelta degli sfondi all’inserimento delle immagini, dai testi alle citazioni, dagli album fotografici ai video di YouTube, passando per le foto prese direttamente da OneDrive, il servizio cloud di Microsoft, ma anche inserire tweet e molto altro. Insomma, massima libertà creativa e risultati davvero sorprendenti: semplici sì, ma con un tocco professionale di tutto rispetto.
La cosa interessante, poi, è che non è necessario avere uno spazio online a disposizione, un dominio da gestire: ogni presentazione, se così vogliamo chiamarla, è embeddable (inseribile) in una qualunque pagina web.

Annunci

Slideshare: Presentazioni online (2)

SlideShare è probabilmente il servizio più popolare e conosciuto per pubblicare gratuitamente presentazioni sul web. Dobbiamo ricordare che con Slideshare non si possono creare presentazioni ex novo, ma è possibile aggiungere un commento vocale. Slideshare offre una serie di widgets, piccoli comandi web per “embedding”, comprendere intere collezioni di presentazioni di diapositive in un’unica pagina web. Perché mai Slideshare è così popolare? Indubbiamente offre una serie assai ampia di presentazioni, diverse qualitativamente buone ed efficaci, alcune di livello professionale.

Empressr: Pubblicare slideshow online (1)

Empressr è un servizio (gratuito) per la creazione e condivisione di skideshow, di presentazioni online di alta qualità e pienamente funzionale. Empressr ha qualche elemento che lo differenzia dai concorrenti come Google Docs, SlideShare e Zoho Show. Il primo elemento è l’opzione di “embedding” (inserire) video nel vostro slideshow da fonti disparate e multiple. La seconda caratteristica degna di nota è l’editor di Empressr’s che permette all’utente di disegnare, creare o manipolare le immagini contenute nelle diapositive. Infine, esiste una discreta comunità di utenti con vari prodotti indicizzati (o catalogati) per genere e argomento. Da ricordare che le presentazioni create con Empressr possono essere caricate o inserite a loro volta in qualsiasi blog, sito, ecc.

Annotare e condividere documenti con Crocodoc

Grazie a un amico americano (@Larryferlazzo su Twitter) oggi mi sono imbattuto in Crocodoc. Crocodoc permentte di utilizzare in nostri file PDF, documenti Word, presentazioni in formato PowerPoint presentations, di visionarli e annotarli online, sia con note tipo Postit o con evidenziatore. I documenti quindi possono essere condivisi con altri che possono ugualmente evidenziare, aggiungere note oppure operare correzioni e letteralmente cancellare parti di testo. E’ interessante notare che NON è necessario registrarsi per usufruire del servizio, che Crocodoc è in due versioni: la versione “Free”, gratuita, e quella “Pro”, a pagamento ($8 al mese oppure $36/anno). La differenza sostanziale è data dalla possibilità di proteggere i documenti condivisi (via email, s’intende) con una password.

Prezi: Creare presentazioni davvero coinvolgenti e istruttive

preziNon parlerò mai abbastanza bene di Prezi, il servizio online che vi permette di creare presentazioni assai coinvolgenti, sia in termini visivi che di contenuto. Il principio è in fondo abbastanza semplice: si dispone tutto il materiale sul tavolo, si seleziona quel che si ha in mente di proporre e si costruiscono relazioni significative all’interno di esso, riducendo al massimo la possibilità di distrazione e il grado di passività latente.
Non è un caso che le presentazioni soffrano la “pallinite”, cioè gli elenchi puntati (“Bullet dictatorship”) e i lunghi testi che molti relatori si ostinano a propinare al pubblico durante eventi e convegni, anche quelli organizzati e fatti da insegnanti. Salvo poi ad annoiare a morte tutti
Qui appresso riporto un breve video (in lingua inglese) che illustra assai concisamente ed efficacemente le potenzialità di Prezi. All’inizio tutto sembra alquanto difficile, ma è il primo impatto con uno strumento di lavoro nuovo. Raccomando caldamente: sì, perdeteci un po’ di tempo prima, i risultati saranno strepitosi dopo, anche se dopotutto abbiamo un file a metà tra Adobe Flash e Microsoft Powerpoint/Apple KeyNote.
Come per tutti gli strumenti del Web 2.0, anche Prezi si differenzia per tipologia di servizio offerto: a qualsiasi nostro studente e a noi docenti basterà creare un account gratis, sfruttando i 100 Mb di spazio web offerto gratuitamente. Se poi volete arrivare a 1 Gb di spazio potrete pagare 119 Euro/annui. In ogni caso, anche la versione gratuita permette di scaricare il lavoro creato sul proprio computer, in formato Pdf, importare immagini, video, PDF, file in formato Flash e PDF, condividere tutto, ecc.

Usi educativi di Prezi

E’ uno strumento interessante e ha grande potenziale educativo. In che termini? Ecco le prime riflessioni:

  • Le presentazioni potrebbero diventare più dinamiche, interattive e – si spera – coinvolgenti.
  • L’abilità di incorporare facilmente qualsiasi file digitale o elemento di media permette agli insegnanti di far conto su una grande disponibilità di stili di apprendimento (audio, video, visivi, etc.).
  • Prezi potrebbe essere usato come un ottimo strumento per la mappatura concettuale e semantica.
  • Docenti e studenti potrebbero trovare Prezi utile per l’organizzazione, collaborazione e il project management condivisi o in gruppo.
  • Infine, mi viene l’idea di usare Prezi per facilitare il mio lavoro di preparazione delle lezioni, sviluppo unità didattiche, lavoro di gruppo, progetti interculturali e interdisciplinari, ecc.