Teens and video / Come i ragazzi usano video online?

This post is not original, in the sense that I have just come across an interesting report by the American PEW Internet Research with the title ‘Teens and Video: shooting, sharing, streaming and chatting. The document reports the outcomes of a survey conducted on 799 teens conducted by the Pew Research Center’s Internet & American Life Project between April 19 and July 14, 2011. In that study, the teens were asked about a number of online behaviors and the results for video-oriented activities. Here I copy what the summary says:

  • 37% of internet users ages 12-17 participate in video chats with others using applications such as Skype, Googletalk or iChat. Girls are more likely than boys to have such chats.
  • 27% of internet-using teens 12-17 record and upload video to the internet. One major difference between now and 2006 is that online girls are just as likely these days to upload video as online boys.
  • 13% of internet-using teens stream video live to the internet for other people to watch.
  • Social media users are much more likely than those who do not use social media to engage in all three video behaviors studied.

 In Italiano:
Quest’oggi ho il piacere di presentare un rapporto dell’americano Pew Research Center’s Internet & American Life Project condotto fra il 19/04 e il 14/07/2011, intitolato Teens and Online Video. Lo studio presenta le risposte di 799 giovani circa i comportamenti online e le attività attraverso le modalità video e fotografiche. Insomma, abbiamo un’interessante analisi riguardante ciò che gli adolescenti compiono online, dal condividere foto a elaborare video, ecc.
Questi i dati in sintesi:

  • 37% degli utenti internet (età 12-17) partecipano a interazioni in video-chat con altri usando Skype, Googletalk o iChat. Le femmine superano i maschi.
  • Il 27% degli adolescenti utenti (età 12-17 anni) registrant e caricano video su internet. Rispetto a una ricerca identical condotta nel 2006, oggi (2011), le ragazze fanno le attività online tanto quanto i ragazzi (e non sono meno).
  • Il 13% dei giovani elabora (in 1^ persona) e carica video in streaming perché sia visto da altri utenti.
  • Gli utenti dei social media sono presumibilmente di più di coloro che non li usano.

Israele, la Palestina e YouTube/ Middle East Conflict Moves onto Web 2.0

Per puro caso ho scoperto girellando in un pomeriggio estivo e in piene ferie questo video prodotto dal vice-ministro degli esteri d’Israele Danny Avalon, dal titolo “Israel Palestinian Conflict: The Truth About the West Bank”. Il video presenta lo stesso Avalon sovrastato da animazioni efficaci, corredato di musica di sapore jazz, con l’ausilio di sottotitoli in varie lingue (non c’è l’italiano, tuttavia). Qui trovate la versione di base, in lingua inglese.

 In English:
By total chance, today I came across this presentation made by Israeli Deputy Foreign Minister Danny Ayalon, who posted on the video-sharing website YouTube this clip, entitled “Israel Palestinian Conflict: The Truth About the West Bank”. Avalon posted it last week and there he argues that the West Bank is not occupied, but disputed territory. Moreover, in it Ayalon demands the world stop using the terms “occupied territories” and “1967 borders.” The clip has so far had over 120,000 views.

Video Research: Guarda i film sul computer

Questo breve post è tratto direttamente dalle informazioni indicate da Video Research. Video Research è un motore di ricerca italiano che vi permette di visualizzare in streaming numerosi film.
Basta inserire il titolo del film nell’apposito modulo di ricerca posto in alto e premere invio. Vi verranno così proposti diversi risultati e una volta individuato il film desiderato basterà effettuare un clic per far partire la riproduzione.Si prega di notare che nessun video è ospitato sul server; Video Research mostra filmati ospitati su altre piattaforme e ricava i link attraverso altri siti, che vengono ringraziati nel momento di visualizzazione del filmato.
Registrarsi al sito è assolutamente gratuito, potete farlo velocemente cliccando qui. La registrazione vi permette di usufruire di vari vantaggi:

  • La pubblicità viene visualizzata per un tempo inferiore
  • Si può votare e commentare i film che guardi, nonché vedere i commenti inseriti dagli altri utenti.
  • E’ possibile scaricare i film che guardate
  • Potete collaborare a rendere il database più completo e corretto, segnalando errori, correggendo le informazioni errate, inviando link per film non ancora presenti.
  • Potete memorizzare i film preferiti e visualizzarli più velocemente attraverso il pannello di controllo.
  • infine, si può visualizzare il link originario del film che state guardando.

Howcast: Video As You Like/ Video per tutti on demand

From the original page of Howcast: “Howcast empowers people with engaging, useful how-to information wherever, whenever they need to know how. Led by a senior management team with deep roots in traditional and new media as well as technology, Howcast has offices in San Francisco and New York. Known for high-quality content, Howcast streams tens of millions of videos every month across its multi-platform distribution network. Approaching two million downloads across iPhoneiPadAndroid, and BlackBerry phones, Howcast is the #1 mobile app for instructional content — wherever you are.”
I just add that the videos cover a great number of matters and topics, petty and bigger issues, that can provide for a mass of ‘authentic material’ in school classes, apart from other traditional streaming channels. After you sign in (through Facebook, Twitter, or the usual personal, free account), your video will be indexed according to tags, interests, and so on.
[howcast url=’http://www.howcast.com/videos/225756-How-To-Make-a-Howcast-Video’ height=’240′ width=’360′]

In Italiano:
Avete bisogno di brevi (o lunghe) clip video da adoperare in classe su un determinato argomento? Non riuscite a trovare quello che vi serve nei tradizionali canali di streaming (e penso a YouTube, Vimeo, ecc.)? Ebbene, oggi è a disposizione anche Howcast. Come recita l’originale inglese, Howcast si propone di spiegare “come” effettuare e svolgere le cose e/o determinati compiti. Molti video sono in lingua inglese ma, è bene chiarire, NON è necessario avere una videocamera per contribuire: si può anche scrivere la traccia, il copione del vostro video istruzioni e caricarlo nel sito, dove potrete indicizzarlo, ovvero catalogarlo per settore e interesse.
Infine, a Howcast è possibile accedere in molti modi, tra cui anche Facebook e Twitter, oppure attraverso il classico account personale (gratuito) che andrete a creare.

Screenjelly: Recording screen activity with your voice/ Registrare il proprio monitor e commentarlo

Through a very precious blog, Free Technology for Teachers, maintained by Richard Byrne, today I discovered Screenjelly, another tool to record the screen activity, with the plus of recording my voice as an accompanying comment. Screenjelly does not require any software download or install. It is 100% browser-based and relies on Java to record your screen activity and is free. This video (in English) explains everything you need to know

In Italiano:
Seguendo un interessantissimo blog che cito nella parte in inglese, oggi ho scoperto uno strumento collaborativo e di produttività, Screenjelly. Questo è un servizio o strumento totalmente basato sul web (adopera il linguaggio Java) e permette di registrare tutto quello che fate sullo schermo del computer e di aggiungere il commento vocale a vostro piacimento. Infine, una volta creato il “prodotto” è possibile inviarlo via email, Facebook o Twitter.
Dal punto di vista scolastico, Screenjelly è indubbiamente geniale.

Video tutorial: Creare un sondaggio con Google Docs

Video tutorial realizzato dall’amico Mario Rosa come prova finale per l’esame di Informatica nel Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione all’Università di Enna “Kore”. Estremamente spassoso e allo stesso tempo assai efficace e istruttivo.

All’amico Mario chiedo ancora, solamente e da giorni, che razza di domande ponesse ai suoi intervistati (per trattarlo così…).

Accorcia il video con TubeChop / Cutting your video

Ancora una volta, non riesco a stare lontano dal mio blog, specie perché l’estate è il tempo in cui scattiamo molte più fotografie e giriamo video. Su Internet ho sempre trovato utili materiali didattici e video clip, specialmente. A volte mi serve solo una parte o spezzone del video tratto da YouTube. Quindi, cosa c’è di meglio di TubeChop per accorciare letteralmente la clip? Con TubeChop basta incollare l’indirizzo completo del video di riferimento e aspettare lo scaricamento della clip per lavorarci. Il tutto gratis.
In English:
Once again, I could not avoid writing this short post about a very useful tool, TubeChop, totally free, that allows you to drag and paste the URL of a video clip to edit and, in particular, to cut it to the desired size. It is very common now to find very useful resources for teaching and authentic material through YouTube. Thanks to TubeChop, we can download and cut the video clip as we want it. It is also possible to share the clip within the community.

Scaricare video per l’uso in classe

In rete trovo sempre video e clip utili per l’uso quotidiano in classe. Per esempio, mesi fa ho adoperato (brevi, circa 3 minuti) video per illustrare in classe il concetto di “Job interview” in lingua inglese, con tanto di sottotitoli per dare ai miei studenti un’idea concreta delle parole, dei gesti, delle posture, degli sguardi da adottare quando si deve andare a un colloquio di lavoro. La rete offre quindi un sacco di risorse didattiche utili, quasi sempre aggiornate e pertinenti: perché non sfruttarle, allora? Gli strumenti per scaricare e convertire le clip audio-video sono tanti e in passato ne ho illustrato alcuni. Oggi voglio segnalarvi questi che vedete appresso. Here is the English version of this post at my twin blog, “Web 3.0 for Learning”:

Catch YouTube è uno strumento gratuito che serve a convertire e scaricare clip video da YouTube. Catch YouTube mette a disposizione 8 formati di conversione video. Ovviamente, la velocità di conversione dipende dalla qualità della connessione internet  e dalla lunghezza del video stesso.

Convert My Tube è un servizio gratuito che vi permette di convertire un video scegliendo tra otto formati a disposizione e scaricarlo convenientemente sul disco fisso locale. Per usare Convert My Tube basta digitare l’URL (l’indirizzo completo della pagina web) relativo al video da convertire, selezionare il formato di destinazione desiderato e quindi scaricare il video in questione.

YouTube Snips è un altro buon strumento per scaricare video da YouTube videos anche per l’uso offline. Anche qui, per usare YouTube Snips basta ricopiare l’URL del video prescelto e scaricarlo sul vostro computer e nel formato preferito. Per la cronaca, YouTube Snips vi permette di scegliere tre formati: MP4, 3GP, e FLV (quello del lettore VLC, per intenderci). Da segnalare che rispetto ai servizi precedenti, YouTube Snips il download pare essere un po’ più veloce.

Miro NON è un servizio online, ma un lettore per media audio-video gratuito, open source, disponibile sia per Mac che Windows. Miro assomiglia tanto ad Apple iTunes e ne eredita un po’ molte caratteristiche di “jukebox”. Una volta scaricato e installato, Miro permette di scaricare video da YouTube e da altri siti. Come per i podcast, a cui vi iscrivete per ricevere gli aggiornamenti, anche qui in Miro potete scegliere il canale di notizie e video da cui ricevere regolarmente gli aggiornamenti, che deciderete di salvare (o cancellare) a piacimento.

Bounce: Condividere e collaborare su schermate monitor/ Share & Collaborate on Screen Captures

Bounce appears as an application that allows the user to make annotated screen captures of websites but also allows you to instantly share those screen captures with others. To use Bounce, you type in the url of any website then click “Bounce.” Bounce will then create an image of that website on which you can draw boxes and annotate those boxes. You can create as many boxes and notes as you like. When you have created notes, Bounce will provide you with a unique url for your screen captures that you can share with others. If you create a Bounce account (optional) you and other Bounce users can annotate the same screen capture.

In Italiano:
Bounce è un’applicazione tipicamente del Web 2.0, che permette all’utente di “annotare” le schermate di siti web che di volta in volta si vorranno salvare. Allo stesso tempo Bounce mette nelle condizioni di condividere istantaneamente queste schermate. NON è necessario creare account per usare Bounce: basterà digitare l’URL di qualsiasi sito web e quindi cliccare “Bounce.” A questo punto Bounce creerà un’immagine del sito “catturato”, in cui l’utente ha piena libertà di disegnare, inserire riquadri e scrivere dentro di essi. Si possono creare tutti i riquadri e le note possibili. Una volta elaborate le note, Bounce vi fornirà una URL unica da condividere con altri utenti. L’account è opzionale e serve unicamente (sempre gratis) per condividere e lavorare insieme, contemporaneamente, sulla stessa schermata video.

ClipConverter, Free online media conversion application

Surfing the Web it is useful to test various conversion services, in case you need to use digital media effectively. The opportunities for converting files are many and today I write about ClipConverter.

ClipConverter is a free online media conversion application, which allows you to convert nearly any audio or video URL to common formats. If you enter the URL from your media page, the application will try to detect the media file. Afterwards ClipConverter grabs the media file to one of the servers. There it will be converted to your choosen format and after finishing the conversion you are able to download the file. The available conversion formats are both audio and video: MP3; WMA; AAC; M4A; OGG; MP4 (MPEG4 + AAC: iTunes,iPhone,iPod,PSP); 3GP (H263 + AAC: cell phones); AVI (XviD + MP3); WMV (WMV + WMA); MPG (MPEG + MP2); FLV (Flash Video).
What is more interesting, in ClipConverter users can edit and change the Audio volume and Bitrate. Regarding videos you can edit and change the video bitrate and resolution. Cool, isn’t it?

In italiano
ClipConverter è un’applicazione online gratuita per la conversione dei file multimediali e che vi permette di convertire quasi tutti i file audio o video (anche indirizzi web) nei formati più comuni. Non appena digiterete l’indirizzo URL, l’applicazione cercherà il migliore formato disponibile per l’operazione richiesta e quindi ClipConverter indirizzerà il file multimediale a uno dei propri server. A questo punto avverrà la conversione vera e propria, con annesso scaricamento: molti i formati a disposizione per l’utente, fra cui audio e video: MP3; WMA; AAC; M4A; OGG; MP4 (MPEG4 + AAC: iTunes,iPhone,iPod,PSP); 3GP (H263 + AAC: cell phones); AVI (XviD + MP3); WMV (WMV + WMA); MPG (MPEG + MP2); FLV (Flash Video).
E’ molto interessante la possibilità di modificare i volumi e il bitrate degli audio e dei video (con questi ultimi è possibile anche modificare la risoluzione)
.